Corso Per Principianti:

"Da Zero A Parlare in 1,5 Mesi" 

Se vuoi iniziare a parlare fluentemente in russo già quest’anno e stai scegliendo adesso dove è possibile studiare la lingua russa con grande qualità a Bologna o a distanza, guarda questo breve video qui sotto ora:

Compila ora il form e prenota la tua consulenza GRATUITA sul corso di russo più adatto a te:

Il Tuo Nome *
La Tua E-mail *
Il Tuo Telefono *
Dove vuoi fare la consulenza individuale: *

I tuoi dati non verrano comunicati a terzi

Scopri in 10 minuti come imparare correttamente il russo, in modo da memorizzare già dalla prima volta nuove parole e regole e cominciare a capire il russo e a parlarlo con sicurezza già nell’arco di 1,5 mesi.


Ciò ti aiuterà a raggiungere più velocemente i tuoi obiettivi a prescindere dalla scuola che sceglierai.
Se preferisci parlarne a voce, prenotati per un colloquio gratuito e noi ti spiegheremo tutto ad un incontro di persona in nostra sede oppure via Skype.

Per farti subito capire quanto siano di gran lunga diversi i risultati ottenuti nello studio del russo in altre scuole, ti racconterò brevemente la storia di due nostri amici, Antonio e Mario. È la storia di un sogno, di come hanno imparato la lingua russa per dare una svolta alla propria vita.


A 35 anni Antonio ha conosciuto una ragazza russa. La loro amicizia si è trasformata in una relazione e ben presto Marina è andata a vivere da lui. L’unico aspetto che tratteneva Antonio dal chiederle di sposarlo consisteva nel non sapere il russo. Tra loro i due parlavano in italiano, ma con i suoi genitori Marina si esprimeva in russo.


Quando Marina chiacchierava con sua madre o con le amiche su Skype o per telefono, capitava che – discorrendo – venisse fatto il nome di Antonio, e da ciò lui capiva che stavano parlando di lui.


Quando questo succedeva, Antonio si innervosiva e si sentiva a disagio. Di che cosa potevano parlare? Che c’era da ridere così forte? Perché Marina arrossiva?


Qualche volta Marina gli traduceva le conversazioni, ma Antonio aveva dei dubbi: e se lei gli riportava una versione “modificata” appositamente per lui? Era chiaro che la situazione gli stesse sfuggendo di mano, e la cosa lo infastidiva.


In più, c’era un’altra questione che lo pungolava: come avrebbe fatto a comunicare con i genitori di Marina? E quando ci sarebbero stati dei figli, come fare a capire di cosa avrebbero parlato tra di loro? E se fossero andati ospiti dai parenti di Marina in Russia, come avrebbe potuto dialogarci?

Antonio capì che era il caso di imparare il russo per conoscere la famiglia di lei.

Mario faceva il manager nel ramo dei mercati esteri per un’azienda produttrice di abiti e scarpe. Il 60% della produzione veniva venduto in Europa ed in Russia, e Mario lavorava con gli acquirenti europei.

Aveva in progetto di arrivare entro i 40 anni alla direzione dell’ufficio marketing e guadagnare sui 3.000-3.500 euro al mese. Ai quaranta gli erano rimasti due anni. Un requisito fondamentale era conoscere l’inglese, il tedesco ed il russo.


Sapeva l’inglese, in tedesco era in grado di farsi capire piuttosto discretamente e di buttare giù qualche riga. Il problema era il russo. Bisognava che si mettesse a studiare il russo e il tempo già stringeva.

Entrambi si sono rivolti a due diverse scuole di lingua russa a Bologna.

Antonio ha frequentato la scuola 2 volte alla settimana per 1,5 mesi. Mario è andato a lezione 1 volta alla settimana per 4 mesi.


Tutti e due hanno seguito un totale di 12 lezioni. Tutti e due in tale arco temporale hanno appreso sulle 300 parole russe e le stesse regole grammaticali. Ma c’era una differenza enorme nel modo in cui usavano la lingua russa.


Al termine del suo corso di 1,5 mesi Antonio poteva già capire cosa gli dicevano i genitori di Marina. Era in grado di spiegarsi al livello della lingua di uso quotidiano-informale, ricorrendo alle parole che conosceva. I russi lodavano la sua pronuncia.


Una volta marina mise su un film in russo e Antonio si rese conto che capiva il film senza bisogno di sottotitoli e traduzioni!


Per farti capire la portata del successo di Antonio, aggiungo ancora un dettaglio. Addirittura prima della fine del corso bimestrale Antonio aveva conosciuto alcuni amici della sua ragazza e si scriveva con loro su Facebook in russo.


Come affermava lui stesso, nella sua vita “si era aperta una rosa di nuove impressioni, legate alla cultura russa”. Con Mario, invece, è andata in maniera diversa…


Al termine del suo corso della durata di 4 mesi, la lingua russa rappresentava per lui un’accozzaglia di suoni strani. Non riusciva a scindere le frasi in singole parole e a comprendere i termini che aveva già incontrato.


Inoltre, Mario era sempre terribilmente in tensione quando tentava di parlare in russo. Non appena apriva bocca, tutto ciò che sapeva sulla pronuncia russa andava a farsi benedire. Aveva un accento simile a quello di chi parla col boccone in bocca. Balbettava e a fatica formulava delle semplici frasi.


Mario conosceva un po’ le declinazioni e i casi, le regole di grammatica, leggeva testi in lingua contenenti le parole a lui note. Tuttavia, questo non lo aiutava per niente nella comunicazione. Sapeva leggere le insegne dei supermercati, ma non era capace di chiedere quanto costassero i prodotti di cui aveva bisogno. E anche se fosse stato in grado di chiederlo, non avrebbe capito la risposta.


Finiti i 4 mesi di lezioni, Mario si è reso conto che era il caso di ricominciare da capo quello stesso corso oppure di iscriversi ad un’altra scuola per impadronirsi del livello base di conoscenza del russo.


Dopo il primo corso entrambi, sia Antonio sia Mario, hanno seguito ancora un altro corso. Antonio ha frequentato un programma quadrimestrale di secondo livello presso la sua scuola. Mario ha cambiato scuola e ha iniziato quello stesso corso di 2 mesi per principianti che aveva fatto anche Antonio.


In definitiva, a 6 mesi dall’inizio dello studio della lingua russa Antonio ha ritenuto che per lui fosse già abbastanza: si esprimeva con sicurezza, capiva la lingua parlata, scriveva, leggeva e conosceva 800 parole.


Adesso poteva domandare da solo a Marina il significato di nuove parole. Da quel momento in poi non aveva più bisogno di essere seguito da un insegnante per continuare ad apprendere la lingua russa.


Quando sono andati in Russia ospiti dei genitori di Marina, Antonio non ha avuto bisogno nemmeno una volta di un traduttore. E che ne è stato di Mario?


In metà anno di studio del russo Mario ha raggiunto quel livello di competenze linguistiche che Antonio aveva acquisito dopo 1,5 mesi. I primi 4 mesi di corso si sono rivelati un’inutile perdita di tempo e denaro.


Adesso ti dirò come ho fatto la loro conoscenza e sono venuto a sapere queste cose. Antonio ha seguito entrambi i corsi presso la nostra scuola, mentre Mario è arrivato da noi dopo il primo corso in un’altra scuola bolognese di lingua russa.

Perché puoi fidarti delle mie parole.

Sono Danil Eliseev ed insegno il russo agli italiani a Bologna. Qui ho il mio istituto privato di lingua russa “Russo Acceleratore Srl” in pieno centro città, a 5 minuti da Piazza Maggiore, in Via Marsili 4.


Sono specializzato nell’insegnamento del russo agli stranieri. Per 5 anni ho studiato “didattica del russo” all’università in Russia. Il Consolato Generale d’Italia a Mosca può comprovare la mia qualifica.


Dopo il corso bimestrale di lingua per principianti gli studenti dell'Istituto “Russo Acceleratore Srl” possono già:


  • Parlare in russo
  • Capire la lingua russa nella comunicazione parlata, nei film e nelle canzoni
  • Leggere in russo
  • Scrivere in russo

I risultati ottenuti dai miei studenti parlano da soli:

Martina Cinelli (Corso principianti, 19 anni, studentessa all’Università di Bologna)

La migliore scelta che potessi fare è stata scegliere di apprendere il russo in un gruppo ristretto di persone con un maestro di qualità. Non solo le lezioni sono divertenti, ma l’atmosfera createsi in classe fa sì che lo studio di questa lingua cosi complessa sia in qualche modo alleggerito. Ho avuto risultati inimmaginabili in soli due mesi di corso, consigliato caldamente!

Маttia Nanetti (Corso principianti, 29 anni, libero professionista)

Il corso possiede il requisito più importante: è efficace. La lingua russa è oggettivamente difficile per un italiano, ma grazie all'ottimo metodo d'insegnamento di Danil, anche il principiante riesce in poche settimane ad ottenere i primi concreti risultati. In aggiunta, il clima alle lezioni è sempre piacevole.

Daniele Giordani (Corso principianti, 55 anni, impiegato)

Il corso mi è piaciuto, trovo che sia organizzato molto bene, tutto quello che viene insegnato ha un percorso che magari all'inizio non è chiaro ma poco alla volta ci si rende conto star apprendendo il russo. Alla fine del corso mi sono sorpreso perché riuscivo a capire a parlare e a scrivere in una lingua tutt'altro che facile. Posso consigliare il tuo corso perché è veramente ben fatto e tu sei un ottimo insegnante, preparato e paziente.

Francesca Corsetti (Corso principianti, 20 anni, studentessa, lavoratrice)

Привет!

Non vedo l'ora di ricominciare!!!
Il corso mi é piaciuto un sacco e soprattutto il fatto che Danil è un insegnante molto simpatico e alla mano. La lezione è piacevole e in poche ore abbiamo già imparato tante cose.

Non vedo l'ora di fare la prossima cena di quelle tipiche russe!

Julia Pica (Corso principianti, 31 anni, impiegata)

Привет! :-)

Sono contenta di condividere con tutti voi la mia esperienza presso la "Scuola Lingua Russa" dove ho appena concluso il corso "Principiante". In passato ho provato più di una volta di intraprendere questo percorso però ho riscontrato poca efficienza in generale. Con Danil sono finalmente riuscita ad iniziare e a conseguire costantemente il corso di lingua russa. 

Consiglio caldamente anche le lezioni private utili per l'approfondimento dei concetti e funzionali da un punto di vista organizzativo.

 Xорошая работа!

Michele Franceschelli (Corso principianti, 36 anni, impiegato)

Con Danil ho potuto fare delle lezioni in cui si è unito brillantemente la didattica al divertimento, ci ha saputo spiegare le cose con il sorriso e senza farcele pesare, anche se la materia era difficile e ha unito l'insegnamento della lingua a preziose informazioni sulla cultura russa.

Le ore che sono volate via

Il segreto del successo è semplice: il metodo da noi seguito porta gli studenti ad attivare ed allenare il più possibile le funzioni cerebrali e della memoria nel corso dell’apprendimento.


Ho appreso tale metodo duranti gli studi universitari ed in seguito ho avuto modo di sperimentarlo concretamente nell’arco di più di 11 anni di lavoro come insegnante.


Quando sono venuto a conoscenza delle storie di Antonio e Mario, mi sono chiesto: come può essere che uno ha iniziato a parlare il russo, mentre l’altro non è in grado di mettere insieme due parole? Entrambi dispongono delle stesse capacità linguistiche.


Tra l’altro, Mario era avvantaggiato: conosceva già due lingue straniere e questo facilita molto l’apprendimento di una terza.


Tutti e due avevano seguito in tutto 16 lezioni, avevano fatto sui 14-15 esercizi a casa, avevano imparato la medesima quantità di parole, conoscevano le stesse regole grammaticali…


… e con questo, uno comunicava volentieri in russo, mentre l’altro non capiva il russo parlato e non sapeva collegare tra loro due parole. Antonio è andato avanti e Mario, invece, ha dovuto ricominciare da capo il corso per principianti. Qual è il motivo?


La ragione sta nel fatto che studiavano il russo in maniera completamente diversa


Mario, ad esempio, memorizzava sulle 5-10 parole nuove al giorno, mentre Antonio imparava i nuovi termini dalla prima volta direttamente a lezione senza particolare sforzo. E di simili differenze ce n’erano parecchie.


Desideri scoprire come fare a studiare correttamente la lingua russa, evitando gli errori di Mario? Allora, leggi con attenzione questa pagina.

(se ti è più comodo discuterne per Skype o in un incontro di persona, prenota un colloquio gratuito di 45 minuti e noi risponderemo a tutte le tue domande).

La verità sul perché a qualcuno il russo riesce semplice e senza sforzo, mentre altri “imparano a memoria” centinaia di parole e regole, ma non ingranano a parlare in modo fluente.

Pensi che il russo sia una lingua tosta? Non è così. Tutto dipende non dalla lingua in sé, e nemmeno dallo studente; bensì da come si insegna allo studente.

Gli insegnanti di Mario erano dei dilettanti privi di un'apposita formazione didattica. L’insegnamento del russo era per loro un hobby. Un guadagno extra.

L’insegnante di Mario era di base un ingegnere. “E quindi?” – dirai tu, “non è ugualmente un parlante nativo?”. Per insegnare il russo, non è sufficiente essere madrelingua.

Pensaci un po’! Immagina che un tuo amico russo abbia deciso di insegnare la sua lingua. Sai a quale difficoltà andrà incontro?

Se non si è ricevuto una formazione specifica nel campo, non si sa come fare ad insegnare il russo agli altri. Quindi si è costretti a prendere come modello la propria esperienza di studio della lingua russa a scuola.

Non potrebbe essere diversamente. L’insegnante di Mario ha studiato il russo a scuola, ma all’università ha fatto la facoltà di ingegneria, dove il russo non si studia. Ha lavorato come ingegnere prima in Russia e poi in Italia. Non ha seguito un secondo percorso di studi, non ne ha avuto il tempo. Perciò può vantare solo un’esperienza scolastica: non ne ha altre. Giusto?


Di certo, legge libri sull’argomento, guarda dei video tutorial, consulta i manuali di lingua russa e cerca di creare in qualche modo un suo metodo. Ma, in ogni caso, tende ad insegnare così come facevano i suoi insegnanti al tempo della scuola.


Oppure c’è chi studia per 5 anni all’università come insegnare in maniera corretta la lingua russa, ma continua a scimmiottare il metodo a cui era abituato a scuola. Non c’è una terza possibilità. Ed è questo il nocciolo del problema.


Mario è un italiano adulto che non capisce una sola parola di russo, ma i programmi scolastici sono pensati per dei bambini che capiscono la lingua e la parlano già fluentemente.

A lezione Mario, proprio come uno scolaretto, imparava nuove parole dal manuale, leggeva, studiava le regole di grammatica, scriveva dei piccoli testi. Ma in questa maniera, perfino a distanza di 4 mesi, non era capace di comunicare normalmente in russo.


E in questo non c’è niente di strabiliante, dato che gli scolari imparano le regole grammaticali di una lingua che già parlano. Gli scolari non hanno la necessità di imparare a capire la lingua. La capiscono già.

Ma un italiano, all’inizio, ha bisogno di imparare a comprendere la lingua russa. Se capisci, inizi a parlare. La senti la differenza?


Ecco perché si elaborano per gli stranieri delle metodiche speciali per l’apprendimento della lingua russa, del tutto diverse dai programmi scolastici. Si tratta di una disciplina che gli studenti universitari studiano per più di 5 anni.

A questo aggiungi le lezioni una sola volta a settimana...

Mario andava a lezione di russo un giorno alla settimana. Certo, è più facile trovare il tempo per una lezione settimanale soltanto, piuttosto che per due o tre. Ma considera che in due giorni possono succederti così tante cose che finisci per dimenticare quello che è accaduto la settimana precedente.


Facciamo una prova? Cerca di ricordare: che notizie hai sentito giusto una settimana fa? I ricordi sono sbiaditi, vero? Lo stesso succede con le parole nuove del russo.


In una settimana ti scordi quello che è stato fatto nell'ultima lezione. Il livello raggiunto di immersione nella lingua scompare. Ogni volta tocca ricominciare da capo e così non si riesce ad andare avanti. I professionisti sono al corrente di questo, ma non lo sono gli insegnanti amatoriali.


È come provare a cuocere gli spaghetti lasciando sul fuoco la pentola dell'acqua per cinque minuti e poi spegnendo il gas per mezz'ora. L'acqua si raffredda e in questo modo non bollirà nemmeno tra un anno.


Tiriamo le somme: se si intende chiamare le cose con il loro nome, allora imparare il russo da insegnanti amatoriali non significa altro che perdere tempo e soldi.

Per evitare gli errori e i problemi a cui è andato incontro Mario, al momento della scelta della scuola più adatta a te assicurati che i tuoi futuri insegnanti dispongano di un'apposita formazione, tale da consentire loro di insegnare la lingua russa agli stranieri. Non dimenticarti di dare un'occhiata ai loro diplomi e certificati


Se non hanno alle spalle una formazione specialistica, ti aspetta un metodo di insegnamento basato sui programmi scolastici di lingua russa e, in definitiva, finirai per sprecare tempo e denaro.


Ok, adesso capisci qual è la ragione profonda del caso sfortunato di Mario.


Ti va ora di guardare in cosa consiste il motivo dei successi di Antonio? Preparati: ti aspetta qualcosa di davvero sorprendente!

Come attivare il potenziale del cervello per comprendere e parlare il russo in due mesi senza ricorrere ad un'estenuante memorizzazione meccanica di parole nuove e regole


Prima la comprensione della lingua e poi la sua memorizzazione


Gli studi in ambito psicologico dimostrano che tanto meglio si capisce un'informazione, tanto più facilmente e saldamente la si incamera in memoria. Vogliamo verificare tale affermazione?


Osserva per 10 secondi queste due sequenze composte dalle medesime 9 cifre e prova a memorizzarle:

1 2 3 4 5 6 7 8 9

7 1 4 3 9 5 6 2 8

Ora gira pagina in modo da non vedere le cifre. Fatto? Adesso guarda la tastiera e conta quanti tasti ci sono nella fila dello “spazio”.


Hai contato? E ora, senza sbirciare, prova a ripetere a memoria quelle due sequenze di cifre.

Quali cifre della prima sequenza sei riuscito a ricordare? Quante della seconda sequenza? Perché, secondo te, è stato più semplice ricordare la prima sequenza rispetto alla seconda?

La prima sequenza è ordinata: dall’1 al 9 in senso crescente. La seconda è un ammasso caotico di numeri. La prima sequenza si ricorda facilmente perché è ordinata.


Perciò noi insegniamo il russo secondo un apposito sistema che parte dalle cose più semplici per arrivare a quelle più complesse. Questo ti consentirà di comprende la struttura della lingua russa, le parole nuove e le regole.


In tal modo, la memorizzazione avviene automaticamente, senza sforzo e fin da subito.


Facciamo leva sull'attività in classe, piuttosto che sull'impegno a casa.


A lezione ricevi l’aiuto dell’insegnante se ci sono parole o regole che non ti sono chiare, oppure se non ti riesce pronunciare qualcosa correttamente.


Se studi un argomento nuovo da solo a casa, ti ritrovi da solo di fronte alle difficoltà. Come sai, quando fai un allenamento sportivo, i tuoi risultati sono migliori se sei seguito da un istruttore. E qui, nel nostro caso, l’effetto è il medesimo.


Quindi noi forniamo l’80% del lessico nuovo e delle regole a lezione, in modo tale che tu possa eventualmente porre all’insegnante delle domande, chiarire subito cosa non ti è chiaro ed andare avanti.


Ai fini dello studio attiviamo 3-4 canali di acquisizione delle informazioni su 5


Il livello di memorizzazione dipende da quanti canali di acquisizione delle informazioni ricevono tali informazioni.


Se ci si limita ad ascoltare, si assimila il 34% delle informazioni. Se si ascolta e si osserva, si raggiunge il 48%. Se si ascolta, si osserva, si percepisce al tatto e se ne parla, allora si arriva a memorizzare l’83% delle informazioni.



Pertanto, durante le lezioni noi stimoliamo non meno di 3 canali di acquisizione affinché tu memorizzi facilmente e fin da subito. Ad esempio, quando ti trovi a fare i conti con delle parole nuove, le senti pronunciare, le vedi scritte, le maneggi e le articoli in suoni.


Facciamo lavorare sempre di più la memoria operativa e poi memorizziamo


Gli studi in ambito psicologico hanno dimostrato che la facoltà di memorizzazione cresce del 22% se prima di memorizzare si fa almeno un esercizio di attivazione della memoria a breve termine.


Perciò, prima che ti vengano somministrate nuove parole o regole del russo, faremo insieme ogni volta degli appositi esercizi finalizzati a sviluppare la tua capacità di memorizzazione.


È come il riscaldamento prima di iniziare ad allenarsi: dopo la fase di riscaldamento, sollevi di più, salti più in alto, corri di più e più velocemente.


4 persone max. per gruppo = possibilità di scegliere quando fare lezione


Se non vai a lezione, non impari una nuova lingua. E sai da cosa dipende direttamente la tua frequenza? Dall’orario e dal giorno delle lezioni. Sorpreso?


Nelle altre scuole di lingua russa non scegli tu l’orario delle lezioni: hanno un orario stabilito.


E se, per l’appunto, le lezioni sono programmate per il giorno in cui hai l’allenamento in palestra, ti tocca scegliere una cosa o l’altra. Inevitabilmente ti trovi a perdere una parte delle lezioni e così, in definitiva, non impari il russo. Ecco come stanno le cose.


Prima lavoravamo con gruppi di 8 o 10 persone, come le altre scuole di Bologna. Poi abbiamo capito che, quando in un gruppo ci sono dalle 8 alle 10 persone, è impossibile trovare un orario comodo a tutti per fare lezione e garantire il risultato positivo.

Minimo uno studente preferirebbe un orario diverso perché ha l’allenamento o una riunione al lavoro. È costretto a saltare una parte delle lezioni e alla fine rimane indietro rispetto al gruppo.


Abbiamo notato che 3 - 4 persone riescono ad accordarsi tra loro per un orario comodo a tutti e i risultati sono migliorati notevolmente. Quindi abbiamo optato per creare dei gruppi di sole 4 persone massimo. La frequenza è cresciuta e le conoscenze degli studenti sono migliorate.

Questo significa che sei tu a scegliere l’orario delle lezioni in modo frequentare con regolarità.


Tutti i materiali sono inclusi nel pacchetto


Una volta che ti sei iscritto al corso “Da zero a parlare in 1,5 mesi”, ricevi il materiale per lo studio: appositi quaderni di lavoro, registrazioni audio e video.
 
Così potrai immergerti nello studio della lingua senza stare a cercare gli esercizi o i manuali più adatti.


Gli elementi acceleratori dell’apprendimento, grazie ai quali inizierai sicuramente a parlare russo già 1,5 mesi dopo l’inizio del corso.


Due lezioni alla settimana


L’immersione costante nella nuova lingua è di fondamentale importanza affinché le nuove nozioni, depositatesi nella memoria a breve termine, passino in quella a lungo termine. 


Una sola lezione settimanale non è sufficiente: ricordati la storia di Mario.


Noi ti proponiamo 2 lezioni alla settimana + dei compiti a casa. I risultati ottenuti dai nostri studenti dimostrano che a seguito del corso  per principianti “Da zero a parlare in 1,5 mesi" anche tu sarai in grado di capire la lingua russa parlata, di leggere ed esprimerti in russo al livello di sopravvivenza.


Il metodo di acquisizione della pronuncia


Ricordi come hai imparato a guidare? Prima hai imparato a mettere in moto, poi a regolare la velocità, dopo a parcheggiare e così via. Hai acquisito la complessa abilità della guida gradualmente, a piccoli passi.


Ed è proprio così che imparerai a pronunciare le parole russe. Noi ti insegneremo come articolare nel modo giusto ogni singolo suono, e poi i gruppi di suoni, e da lì le parole e le frasi.


Questo significa che inizierai subito a parlare con sicurezza, e i russi, da parte loro, ti capiranno senza problemi.


Il metodo di comprensione del parlato


Sapevi che è possibile imparare due volte più velocemente a scindere in parole i flussi di suoni della lingua russa parlata tramite il metodo di “dispersione della memoria”?


Noi ti mostreremo come farlo, e già dopo due settimane dall’inizio del corso tu sarai capace di distinguere in suoni le singole parole. E dopo un mese imparerai a riconoscere tutte le parole russe a te note persino all’interno del parlato rapido e confuso.


Il metodo per imparare a leggere in russo


Prima viene la comprensione e poi la memorizzazione. Prima di leggere un testo, passiamo al setaccio le parole lì presenti e ci assicuriamo che tu ne comprenda il significato.

Sarai sorpreso di come sia semplice imparare a leggere un testo russo con questo approccio. E così facendo, migliorerai anche le tue competenze di scrittura in russo.


Le espressioni fisse del parlato


Abbiamo elaborato delle apposite formule fisse del discorso parlato che ti basta completare ricorrendo ai termini necessari. Ad esempio, “Per piacere, mi passi…”.


Prendi queste formule, imparale e comunica con gli amici e i clienti russi come un vero parlante nativo.


Il lavoro individuale con l’insegnante


In un gruppo di 3 - 6 persone ricevi attenzione quasi tanto quanto in una lezione personalizzata con l’insegnante, spendendo però assai meno.


Vuol dire che l’insegnante sta dietro con attenzione alla tua pronuncia e corregge subito i tuoi errori. Così potrai padroneggiare la lingua russa parlata ed esprimerti correttamente già dopo due mesi di corso.


Cosa succederà dopo che avrai terminato il corso bimestrale per principianti “Da zero a parlare in 1,5 mesi”

Immaginati che siano passate 8 settimane, e tu sei già in grado di:


  • Capire il russo colloquiale. Guardare film senza bisogno di traduzione, ascoltare le canzoni russe e comprendere di cosa parlano i tuoi amici russi.


  • Pronunciare correttamente le parole russe e sentirti sicuro e fluente, come se tu parlassi russo già da anni.


Prova ad immaginarti semplicemente come rimarrebbe sorpresa una ragazza russa se tu iniziassi a parlarle nella sua lingua: che gran bella figura faresti con lei!

  • Riuscire a spiegarti con i russi riguardo ad argomenti di tipo pratico-quotidiano. Per esempio, capire le indicazioni stradali per il posto che stai cercando, venire a sapere quanto costa quella o quell’altra cosa, rispondere alle domande. Significa che in un viaggio in Russia ti sentiresti a tua agio e al sicuro.
  • Leggere tranquillamente un testo russo a voce alta e sapere il significato delle parole che già conosci. Ciò ti permetterà di entrare a contatto con la cultura russa tramite i quotidiani, i social networks.


  • Riuscire a scrivere senza errori semplici frasi in russo, cosa che ti darà modo di scriverti con i russi su Facebook e su Skype. Immagina quante cose interessanti potrai venire a sapere sulla loro vita, cultura ed abitudini!

Vorresti essere in grado di fare tutto questo dopo soli 2 mesi? 8 settimane, 16 lezioni, due volte alla settimana. Pensaci un po’! 


1,5 mesi volano tra una cosa e l’altra, e non ti accorgerai nemmeno di come tu sia riuscito ad imparare tutto.


Se fai oggi la scelta giusta, questi 1,5 mesi di corso ti apriranno le porte di una nuova vita. Inizierai a parlare il russo che in Italia, come ben sai, è considerato la lingua del futuro di pari passo al cinese o all’arabo.


Pensa alla tua carriera, ai contatti con i tuoi amici russi. Potresti trovarne di nuovi, approfondire la loro cultura. Ti rendi conto di quanto ti sentirai più sicuro quando andrai in Russia?

In cosa l'Istituto “Russo Acceleratore Srl” è diversa da tutte le altre scuole / associazioni di Bologna e di Italia che ti promettono grandi successi nello studio del russo


La formazione specialistica degli insegnanti


Tutti i nostri insegnanti hanno ricevuto una formazione apposita che consente loro di insegnare la lingua russa agli stranieri.


Se studierai con il nostro sistema, ti garantiamo che raggiungerai il livello base di competenza comunicativa in russo già dopo 2 mesi di lezioni.


La certificazione


Le nostre qualifiche sono comprovate dal Consolato d’Italia. Questo vuol dire che abbiamo superato tutte le verifiche ufficiali e siamo abilitati ad insegnare il russo.




Piccoli gruppi di sole 4 studenti massimo


I gruppetti formati da soli 4 studenti massimo ci consentono di venire incontro alle esigenze di tutti per quanto riguarda l’orario delle lezioni. Inoltre, lavorare in un gruppetto di 3 - 4 persone garantisce di ricevere dall’insegnante la medesima attenzione che è necessaria ad impadronirsi della lingua russa colloquiale.


Paolo Mori (Corso principianti, 48 anni, imprenditore)

Ho finito a dicembre 2015 il corso “Рrincipianti” presso la scuola Lingua Russa, devo dire che sono molto soddisfatto, oltre a trovare un ambiente divertente ho trovato da parte del nostro insegnate un impeccabile professionalità. Nel momento che ho deciso di imparare la lingua russa, ero molto preoccupato , perche avendo la moglie russa , sò la difficoltà della lingua, invece grazie alla scuola Lingua Russa mi sono reso conto che il metodo di insegnamento e la pazienza del nostro insegnate , hanno reso questa lingua interessante e facile nell’apprendimento. Sicuramente consiglierei questa scuola ai miei amici e ai miei conoscenti.

E questa è la recensione fatta nel settembre del 2016 sempre da Paolo dopo aver completato 2 corsi successivi al corso "Principianti" : il corso A1 - Elementare e il corso A2 - Base. Questi sono i suoi risultati :

Una scuola a conduzione familiare


Il mio istituto miro a ricreare un’atmosfera amichevole ed accogliente. Il nostro istituto è simile ad un piccolo caffè o ristorante a conduzione familiare dove si studia volentieri il russo in compagnia di amici.


La Top List dei 9 vantaggi di studiare all'Istituto “Russo Acceleratore Srl” sulla base dei giudizi più frequenti dati dai nostri studenti

1. Studio sistematico, il materiale linguistico si impara in maniera automatica senza sforzo.

Luigi Virgolin  (Corso principianti, 36 anni, impiegato)

Il corso fin dall'inizio è ben chiaro e strutturato. Le lezioni sono efficaci e intense. Il lavoro da fare è concentrato nel tempo ma ben dosato. Personalmente sono molto soddisfatto di averlo fatto. Dopo le prime, naturali difficoltà, ho sentito che stavo entrando nei meccanismi di una nuova lingua e ho imparato a riconoscerne la fonetica, le espressioni e il vocabolario di base. L'insegnante - Danil - è attento alle necessità individuali e accompagna con partecipe sostegno i graduali progressi dell’allievo

2. Sono inclusi nel prezzo i manuali necessari e i quaderni di lavoro.

Giorgia Nason  (Corso principianti, 26 anni, studentessa)

Mi sono trovata subito molto bene, sia con i compagni che con l'insegnante, che - con tanta pazienza - ci ha accompagnati nei primi passi, a partire dall'alfabeto cirillico fino ad arrivare alla costruzione di frasi di senso compiuto, passando per l'apprendimento di un vocabolario di base. I materiali offerti dalla scuola contengono tutto ciò di cui si ha bisogno per iniziare a studiare, e vengono spiegati passo passo e approfonditi durante le lezioni, in un'atmosfera informale e accogliente. Il bello è che non ci si limita a fare lezioni frontali ma vengono organizzate delle cene russe in cui ci si confronta con ragazzi e ragazze russi, mettendosi alla prova mentre ci si diverte a mangiare e bere prodotti tipici. W i блины!

3. C’è la possibilità di visionare la registrazione di una lezione persa.

Alberto Atti  (Corso A1, 70 anni, pensionato)

La mia recensione è sicuramente positiva ed il mio commento è ottimo. Sono rimasto molto soddisfatto dal tuo corso, Danil! In particolare dal fatto che con le video riprese anche se ero assente non perdevo la lezione. Purtroppo nel corso precedente che feci presso un’associazione culturale, a causa della salute di mia madre, dovetti interromperlo a metà pur avendolo pagato in anticipo.

Sicuramente continuo a studiare il russo alla tua scuola!


4. Diamo la garanzia che avrai il risultato positivo (di questo si parlerà nel dettaglio più avanti).

5. C’è uno sconto dal 50,00 euro al 80,00 euro chi prende la decisione velocemente.

Luca Beltrani (Corso A1, 39 anni, ottico)

Il corso di russo con Danil è semplicemente eccezionale, raramente ho trovato un insegnante più preparato di lui anche considerando il divario linguistico.

E' simpaticissimo e coinvolgente, si entra in empatia subito e ad ogni lezione ti senti più erudito in una lingua affascinante ma lontana da noi. Progressi assicurati tali da potere iniziare a parlarlo dopo qualche mese.

La scuola è comodissima in pieno centro.
Il prezzo è onestissimo e vale tutto ciò che costa e di più.
Consigliatissimo!

6. Le lezioni sono programmate all’orario più comodo per te.

Teresa Carlone  (Corso principianti, 27 anni, lavoratrice)

Il corso è stato o molto interessante e ben gestito. Si ha la possibilità di acquisire familiarità con la lingua russa lavorando a piccoli passi ma in maniera sempre costante. La classe, composta da non tante persone, risulta essere un buon luogo di confronto e apprendimento e permette un positivo confronto sia con il docente che con gli altri allievi.

Le modalità di apprendimento (canzoni, video, piccoli dialoghi, giochi) sono piacevoli e stimolanti e consentono allo studente di far proprie alcune peculiarità della lingua in modo divertente.

Molto consigliato anche per il clima informale che si crea durante le lezioni e dopo.

7. La rateizzazione del pagamento: si può suddividere il pagamento del corso in due rate.

Gennaro Mansi (Corso A1, 19 anni, studente)

Considero il corso "Principanti" proposto dalla Scuola Lingua Russa o, come forse è meglio dire, da Danil e Varvara (data la piacevole atmosfera quasi-familiare che si è venuta a creare fin dai primi incontri) uno dei migliori modi per approcciarsi allo studio di una lingua tanto affascinante quanto ostica come il russo. Uno dei veri punti forti è quello di riuscire ad adattarsi alle esigenze, didattiche ed economiche, specifiche di ciascuno. Мои поздравления!

8. Si insegna a scrivere in cirillico corsivo (è il sistema grafico standard per la stesura a mano di testi in lingua russa).

Ahmed el Said  (Corso principianti, 34 anni, impiegato al hotel)

Ciao a Tutti

il corso è stato fantastico ed il gruppo era meraviglioso, Dico la mia opinione da uno laureato in lingue e continua a studiare lingue dal 2003 fino ad oggi: il corso è stato veramente utile,

Grazie al nostro Giovane Grande Maestro Danil!

9. Una bella atmosfera e un clima d’intesa amichevole con gli altri studenti.

Letizia Franco (Corso principianti, 39 anni, impiegata)

Danil è preparato, bravo e di madrelingua russa, il corso è innovativo, semplice e divertente, studiare diventa un gioco e dopo le difficoltà normali iniziali ti piacerà scoprire quanto hai già imparato.

Fai i primi tre passi per iniziare a parlare il russo e capire la lingua russa parlata già dopo 1,5 mesi


1. Compila il modulo e noi ti contatteremo per rispondere alle tue domande;


2. Vieni da noi in ufficio per dare un’occhiata all'istituto e seguire una presentazione gratuita del corso;


3. Se il tutto è di tuo gradimento, lasciaci un acconto di soli 50,00 euro, prendi il materiale didattico e presentati da noi a lezione il giorno di inizio del corso!